Nel POF del Liceo Colombo

Estratto del POF per l’anno scolastico 2012-2013.

ALUNNI CON D.S.A.

La scuola, già da qualche anno, è attenta alle problematiche dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia, sinteticamente D.S.A.) favorendo:

• l’accoglienza e il riconoscimento delle diverse esigenze degli alunni con D.S.A. da parte di tutti i docenti;

• l’introduzione e l’uso di strumenti compensativi e dispensativi;

• l’adattamento della didattica e delle modalità di valutazione formativa per gli alunni con D.S.A.

Tutto ciò viene formalizzato con la stesura di un documento detto PDP (Piano Didattico Personalizzato), che, una volta redatto, viene condiviso con la famiglia.

La scuola dispone di una figura dedicata a queste problematiche (Referente DSA: prof. Oliva), che ha effettuato una formazione specifica in materia, che svolge un ruolo:

• informativo (per i colleghi), fornendo informazioni, materiali didatti e di valutazione specifici e rendendo disponibile la normativa vigente ai colleghi;

• informativo (per le famiglie), fornendo informazioni sulla risposta della scuola ai bisogni degli alunni con DSA

• di continuità tra le scuole, organizzando il passaggio (magari insieme con i colleghi che si occupano dell’orientamento in entrata e in uscita), delle informazioni degli allievi con DSA che provengono da altre scuole o si iscrivono ad altra scuola.

• di supporto ai colleghi nell'adozione di PDP e di criteri valutativi adeguati:

  • nel rispetto delle disposizioni nazionali in materia di valutazioni finali, soprattutto in relazione agli esami di Stato;
  • definendo e registrando per ogni disciplina le strategie utili al raggiungimento del successo formativo;
  • definendo e registrando i criteri personalizzati relativi alla valutazione formativa, tenendo conto delle caratteristiche specifiche dello studente.

La scuola dispone di un laboratorio, realizzato nell’ambito del progetto Vindis1, che verrà utilizzato: 

  • per un corso base all’inizio dell’anno scolastico al fine di insegnare e consolidare l’uso di strumenti compensativi,
  • come risorsa extracurricolare, in corso d’anno, per sostenere nello studio gli allievi che ne facciano richiesta,
  • per un corso avanzato nel secondo quadrimestre sulle tecnologie compensative,
  • per attività di sportello informativo (per allievi, famiglie e docenti),
  • per un corso base sulle tecnologie compensative, a beneficio delle famiglie.
 
La scuola è stata capofila del progetto di rete regionale VinDis (http://www.progettovindiscolombo.org) negli anni scolastici 2010/11 e 2011/12. Tale progetto ha previsto, da parte degli allievi e dei docenti coinvolti, l’utilizzo sistematico (un incontro alla settimana) di un laboratorio con tecnologie compensative, sperimentando strategie di apprendimento efficaci, innovative e rispondenti ai bisogni.
Nell’ambito del progetto è stato effettuato un percorso di formazione per i docenti ed è stato attivato uno sportello informativo (per studenti, famiglie e docenti) ed incontri periodici con le famiglie.

----------------------------------------------------------------------------------------

Estratto del POF predisposto dal Collegio Docenti il 16 giugno 2011 per l’anno scolastico 2011-2012.

 

AMPLIAMENTO OFFERTA FORMATIVA

Progetto approvato dalla Giunta Regionale della Regione Liguria VIN.DIS Per vincere la dislessia: quando è necessario il gioco di squadra” in rete con altre scuole liguri, in cui la nostra scuola è Capofila e il responsabile è il prof. Oliva.

Tale progetto ha l’obiettivo di sviluppare e rafforzare l’autonomia degli studenti DSA attivando strategie di apprendimento efficaci, innovative e adatte alle loro caratteristiche, all’interno di un laboratorio attrezzato con tecnologie compensative. Il progetto prevede, inoltre, una fase di formazione dei docenti sui DSA, al fine di sviluppare appropriate metodologie didattiche d’intervento.

ALUNNI CON D.S.A.

La scuola, già da qualche anno, è attenta alle problematiche dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia, sinteticamente D.S.A.) favorendo:

  • l’accoglienza e il riconoscimento delle diverse esigenze degli alunni con D.S.A. da parte di tutti i docenti;
  • l’introduzione e l’uso di strumenti compensativi e dispensativi;
  • l’adattamento della didattica e delle modalità di valutazione formativa per gli alunni con D.S.A.

Tutto ciò viene formalizzato con la stesura di un documento detto PEP (Piano Educativo Personalizzato) o PDS (Piano Didattico Specifico), che, una volta redatto, viene inviato alla famiglia per visione, correzione e adesione.

La scuola dispone di una figura dedicata a queste problematiche (Referente DSA: prof. Luigi Oliva), che ha effettuato una formazione specifica in materia, che svolge un ruolo:

  • informativo (per i colleghi), fornendo informazioni, materiali didattici e di valutazione specifici e rendendo disponibile la normativa vigente ai colleghi;
  • informativo (per le famiglie), fornendo informazioni sulla risposta della scuola ai bisogni degli alunni con DSA;
  • di continuità tra le scuole, organizzando il passaggio (magari insieme con i colleghi che si occupano dell’orientamento in entrata e in uscita), delle informazioni degli allievi con DSA che provengono da altre scuole o si iscrivono ad altra scuola;
  • di supporto ai colleghi nell'adozione di PEP/PDS e di criteri valutativi adeguati:
    • nel rispetto delle disposizioni nazionali in materia di valutazioni finali, soprattutto in relazione agli esami di Stato;
    • definendo e registrando per ogni disciplina le strategie utili al raggiungimento del successo formativo;
    • definendo e registrando i criteri personalizzati relativi alla valutazione formativa, tenendo conto delle caratteristiche specifiche dello studente.

 

Dall’anno scolastico 2010-11 la scuola è capofila di un progetto di rete regionale (VinDis – si veda sezione progetti). Tale progetto prevede anche per l’a.s. 2011-12 da parte degli allievi e dei docenti interessati, l’utilizzo sistematico di un laboratorio con tecnologie compensative. Il calendario degli incontri laboratoriali (un pomeriggio alla settimana per tutto l’anno scolastico) verrà comunicato ai docenti all’inizio dell’a.s.; ogni incontro avrà carattere operativo e comporterà per gli allievi con diagnosi di DSA la frequenza obbligatoria (in caso di assenza occorrerà la giustificazione). I docenti del consiglio di classe nella stesura del PEP/PDS2 dovranno tener conto della partecipazione degli allievi agli incontri pomeridiani calendarizzati nel progetto:

  • per il giorno successivo non dovranno essere previste verifiche individuali per gli allievi che partecipano alle attività di laboratorio.
  • Quanto viene prodotto durante gli incontri potrebbe essere valutabile curricularmente.

Nell’ambito del progetto verrà attivato uno sportello informativo (per studenti, famiglie e docenti) ed incontri periodici con le famiglie.

 

2 all’inizio dell’anno scolastico per gli allievi già diagnosticati ed entro un mese dalla consegna della diagnosi per tutti gli altri.